mostre 2015

Afghanistan verso il futuro / mostra di Elisabetta Loi


In Afghanistan dal 2001 al 2014 si è svolta la missione ISAF, una missione internazionale di supporto al governo afghano che ha operato sulla base di una risoluzione dell'ONU. Sono stata più volte in Afghanistan, ho raccontato la parte più operativa della missione visitando i villaggi più sperduti e la maggior parte delle basi internazionali sia al fianco della Brigata Sassari che di quella Taurinense. Nell'ultimo viaggio, vista l'imminente conclusione della missione, ho voluto concentrare la mia attenzione sui lavoratori che prestavano la propria opera all'interno della base internazionale di Herat. Barbieri, barman, cuochi, pizzaioli e venditori di tappeti che regalavano ai militari momenti di svago dopo l'orario di servizio. Nonostante la precarietà del loro incarico all'interno della base, attraverso i loro sguardi ho cercato di cogliere la loro dignità, la fierezza e la speranza verso il futuro.


Profilo autore
Appassionata, determinata, coraggiosa e con la grazia nel cuore. Sono state queste caratteristiche e un destino scritto nel suo DNA a fare di Elisabetta Loi una fotoreporter “di razza”. A soli 16 anni, poco più che bambina, pubblica la sua prima fotografia sul quotidiano L’Unione Sarda. Da quel momento in poi, diventata giornalista pubblicista, non si ferma più e non si lascia fermare dando il via ad una carriera di successo. Mentre continua la sua collaborazione con il quotidiano L’Unione Sarda, pubblica per periodici e agenzie fotogiornalistiche nazionali e internazionali quali ANSA, AP, Kikapress, Corriere della Sera e Panorama. Con il suo occhio attento sulla cronaca documenta il caso giudiziario più clamoroso della storia ogliastrina: il sequestro di Silvia Melis e i processi a Maria Ausilia Piroddi. Ma anche la scalata delle ragazze dell’Airone Volley Tortolì verso la serie A1 piuttosto che l’intenso e sentito reportage del dicembre 2004, con le immagini delle ferite dell’alluvione che annientò il paese di Villagrande, dove persero la vita la piccola Francesca Longoni e sua nonna Assunta Bidotti. Nel 2012 lo Stato Maggiore della Difesa la accredita come giornalista da inviare in aeree di crisi e si reca più volte in Afghanistan. Esperienze tradotte poi in due libri, “Sotto il cielo di Herat”- la Brigata Sassari in Afghanistan e “Afghan West”- voci dai villaggi” di cui è coautrice. Nel 2014 firma insieme ad un collega un reportage, “Il coraggio di una madre”, selezionato dalla commissione “Sardegna Reportage” ed esposto al Museo Man in occasione della retrospettiva di Robert Capa. Per quanto avvezza ai fatti di cronaca Elisabetta Loi conserva nel suo sguardo lo stupore verso il mondo e questo fa di lei anche una fotografa di viaggi: Bell’Italia, InViaggio e Atmosphere di Meridiana Fly sono le riviste travel con cui collabora dal 2007, con foto che raccontano bellezza e storia della Sardegna. Enti e Istituzioni si avvalgono del suo lavoro per progetti di comunicazione e promozione turistica del territorio. Una passione, quella per la fotografia, che dal 2014 condivide con chi si avvicina all’arte della macchina fotografica con dei corsi rivolti ad adulti ma soprattutto ai più piccini.
di Elsa Pascalis


Riferimenti
copyright / Elisabetta Loi, tutti i diritti riservati


Selezione di immagini dalla mostra

▲ top page

BìFoto fest 2018 / dal 28 Aprile al 13 Maggio
PRESSO / Fiera del Tappeto di Mogoro, piazza Martiri della Libertà, Mogoro (OR)
ORARIO APERTURA / 17:00 ~ 21:00
SEGUICI SU FACEBOOK / BiFotoFest